Alunno dislessico bocciato: il TAR condanna al risarcimento dei danni

Dopo quattro anni il TAR di Torino ha ritenuto immotivata la bocciatura di un ragazzo dislessico e ha condannato un istituto di Novara ed il Ministero a pagare un risarcimento danni di 581 euro.
La famiglia aveva regolarmente presentato la certificazione che però era stata ignorata. Il TAR ha sentenziato che «L’errata valutazione del quadro psicopatologico, il non aver adeguatamente tutelato il diritto all’apprendimento e all’istruzione dell’alunno, hanno comportato una discriminazione rispetto agli alunni normodotati e comunque hanno privato l’alunno stesso delle opportunità che gli avrebbero consentito di recuperare il ritardo cognitivo».

Vi invitiamo a leggere quelle che pare essere la fonte primaria della notizia:
Roberto Lodigiani su http://www.lastampa.it/2015/04/02/edizioni/novara/alunno-dislessico-bocciato-a-novara-il-tar-condanna-la-scuola-eLJ78BTsOqlREHqI9IMUhN/pagina.html

Questa sentenza è uno strumento in più per i genitori che sono costretti a rivendicare la mancata applicazione della Legge 170.
Una legge serve a tutelare la parte più debole della società, o no?

codice civile